Condividi

TERAMO – Cinque “assordanti” minuti di silenzio in Piazza Martiri a Teramo da parte degli insegnanti di ogni ordine e grado della scuola pubblica per protestare contro la riforma “La buona scuola” voluta dal governo Renzi. E’ iniziata così la protesta dei docenti che proseguirà domani con un primo sciopero e Martedì 5 Maggio con lo sciopero nazionale a cui hanno aderito la maggior parte delle rappresentanze sindacali. La scuola non vuole questa riforma!!!! Il servizio è di Giuseppe Pecora

Nessun commento

Commenta