Condividi

GIULIANOVA – Nell’epoca che vede la massima esplosione del fenomeno di emigrazione, apparentemente incontrollabile, dall’Africa verso paesi sviluppati come l’Italia, qualcuno con coraggio e nel suo piccolo, si adopera per cercare di risolvere questo problema. Un contributo dalle caratteristiche innovative, a partire dal fatto che questo viene offerto direttamente nel continente nero avvezzo, per diversi motivi, a spostamenti emigratori verso le maggiori città e anche verso l’estero, divenendo così l’immigrazione una tra le cause dell’impoverimento del sostrato sociale in Africa. Se tante gocce possono formare un oceano, non a caso “Una goccia per il futuro sostenibile” è il titolo del nuovo progetto dell’associazione culturale Colibrì di Giulianova. Una proposta inedita e originale che, per divenire concreta nei fatti, ha necessitato della richiesta di un rilevante finanziamento alla Conferenza episcopale italiana che, attraverso l’ufficio preposto, ha preso in carico la decisione sull’investimento che si aggira intorno a 1 milione di euro.
Intervista a:
Ambra Di Pietro (presidente dell’Associazione culturale “Colibrì” di Giulianova);
Almerindo Capuani (ingegnere progettista dell’Associazione culturale “Colibrì” di Giulianova);
Egidio Casati (responsabile del progetto “Una goccia per il futuro sostenibile”).

…segue su L’araldo abruzzese num. 16/2017 del 7 maggio 2017…

servizio di Ilaria Muccetti. Riprese e montaggio video di Marco Calvarese

Nessun commento

Commenta