Condividi

Teramo- “Oggi partiamo da questo convegno” esordisce il vescovo mons. Lorenzo Leuzzi, davanti l’aula magna della facoltà di giurisprudenza di Teramo. Il convegno “prevenire, investire, costruire” della diocesi di Teramo-Atri in collaborazione con l’università degli studi di Teramo, ha visto la partecipazione di tutte le realtà istituzionali del territorio. tre tavole rotonde intitolate ciascuna con un verbo: 1.prevenire 2.investire 3.costruire, sono i tre verbi che l’evangelista Matteo utilizza nel capitolo 25 del suo Vangelo per tre parabole. Il senso del custodire e “dell’essere previgenti” è fondamentale insieme al talento e dovere che ciascuno ha “di investire di più, fare imprenditorialità anche delle cose più piccole per costruire insieme” dice Leuzzi. “Creare un osservatorio sulle città per dar vita alla realtà che oggi sono state chiamate a parlare in questo convegno”, dunque una convergenza del dover essere comunità è ciò che richiede il vescovo a tutte le realtà della sua diocesi e del territorio aprutino. Realtà che hanno accolto la richiesta di Leuzzi positivamente.

servizio Ilaria Muccetti
riprese e montaggio Marco Calvarese

Nessun commento

Commenta